Stili birrari ad alta fermentazione: la birra Ale

Sfoglia gli Articoli per categoria

Infografica con tutti gli stili di birra ale, birra ad alta fermentazione, raggruppati per nazionalità.

 

Le birre Ale sono birre ad alta fermentazione, cioè in cui la fermentazione avviene ad opera di lieviti del ceppo Saccharomyces cerevisiae che lavorano a temperature comprese in genere tra i 15 e i 25 °C. Esse racchiudono una moltitudine di stili differenti. Sono prodotte maggiormente in Belgio e in Inghilterra con caratteristiche diverse: le Ale belghe hanno aromi più fruttati e floreali e sono di solito più dolci delle sorelle inglesi. Ma si trovano anche in altre regioni d’Europa e d’America. Vediamole nel dettaglio.

Belgian Blonde Ale: è lo stile base della birra ale belga. Bionda, con aromi fruttati e un amaro abbastanza deciso. Presenta una gradazione alcolica di circa 5-6% vol. A volte sono identificate con il solo stile Belgian Ale per racchiudere tutte le gradazioni di colore, dalla bionda all’ambrata.

Witbier: birra di frumento belga, con circa il 50% di frumento non maltato. Opaca e di colore molto chiaro, con aromi di arancia amara e coriandolo, appartiene alle light ale. L’ amaro è medio e il grado alcolico non supera i 5,5% vol.

Saison: è una birra ale storicamente stagionale, prodotta in Vallonia, regione belga di lingua francese, per spegnere la sete dei mesi estivi. Di colore aranciato, fruttata, luppolata e fresca, con un amaro presente ma poco evidente e una gradazione alcolica da 4,5 a 8% vol. a seconda del tipo.

Dubbel: birra belga della famiglia delle strong ale (tra 1.060 e 1.080 OG), caratterizzate cioè da una alta densità iniziale 1.060 OG, che conferisce molto corpo alla birra e una gradazione alcolica sopra la media (fino a 7,6% vol). Colore ambrato scuro, sapore ricco di malto, dolce, a volte leggermente speziato.

Tripel: birra belga appartenente alle strong ale (tra 1.060 e 1.080 OG), con la più alta densità iniziale, in genere pari a 1.080 OG. Di colore oro intenso, alto grado alcolico, ben nascosto da malto e luppolo. Meno dolce della dubbel, è anch’essa leggermente speziata.

Biére de Garde: di origine francese, fa anch’essa parte delle strong ale (tra 1.060 e 1.080 OG). Il colore è generalmente ramato, ma può variarie dal dorato intenso al rosso scuro. Corposa, dal sapore maltato e con note di caramello, amaro modesto, gradazione alcolica che varia da 4,5 a 8% vol.

Barley Wine: lo stile ale più alcolico che supera il 10% vol., rientra perciò nelle strong ale inglesi o americane (tra 1.060 e 1.080 OG). E’ spesso invecchiato in botti di legno, che rilasciano aromi complessi. Sono birre molto corpose, dolci e maltate, bilanciate perfettamente da un massiccio utilizzo di luppolo, con complesse note tostate e di frutta secca. I colori vanno dall’oro scuro al marrone.

Old ale: birra inglese, appartenente alle strong ale (tra 1.060 e 1.080 OG), è molto alcolica, corposa e dolce. Colore ambrato, dal chiaro allo scuro, sapore maltato e intenso aroma fruttato con finale secco e asciutto.

Mild: birra ale inglese a bassa gradazione alcolica, massimo 4% vol., di colore scuro. Poco corposa, sapore di malto e caramello, tendenzialmente dolce e poco luppolata. In stile Brown Ale, leggermente più alcolica e corposa della Mild.

Bitter: tipica birra ale inglese dal corpo leggero e dall’amaro intenso. Di colore dall’ambrato al rosso scuro, è caratterizzata dagli aromi puliti dei luppoli inglesi e da un tenore alcolico basso, in genere intorno ai 5% vol. Oltre alla Ordinary e alle Best, esiste la variante Strong più corposa e alcolica.

Pale Ale: simile alla Bitter per corpo, ma più alcolica e più luppolata nell’aroma. Di colore ramato e dall’amaro deciso, è caratterizzata nel sapore da un perfetto bilanciamento tra malto e luppolo e da un grado alcolico medio. Lo stile inglese e quello americano differiscono sostanzialmente per i luppoli utilizzati che sono autoctoni. L’American Pale Ale è inoltre più decisa nel sapore e nell’amaro e molto simile ad una Califonia Common, nella quale lieviti a bassa fermentazione vengono fatti lavorare ad alte temperature.

India Pale Ale (IPA): birra inglese nata per sopravvivere ai lunghi viaggi dei marinai dall’Inghilterra alle Indie durante il 1700, grazie all’aggiunta cospicua di luppolo, antiossidante naturale. E’ quindi una birra molto luppolata nell’aroma, in genere complesso, e con un amaro intenso. Caratterizzata da un colore che va dall’oro al rame chiaro, ha una gradazione alcolica medio-alta.

Scottish Ale: birra scozzese di colore rosso scuro ed alta gradazione alcolica, è dolce, maltata e corposa. Si distinguono 3 stili che variano per la densità. Ognuno ha una nomenclatura basata sullo scellino ‘/’ (shilling), valuta del XIX secolo, e indica il costo rispettivo della botte: Light 60/, Heavy 70/, Export 80/. Esite uno stile scozzese più alcolico e più denso, ma lavorato allo stesso modo, che prende il nome di Scotch Ale.

Porter: prende il nome dai facchini per i quali questo stile è nato. Essi, non potendo permettersi le birre invecchiate, bevevano birre chiare miscelate a birre invecchiate, appositamente combinate per ottenere una variante dal prezzo più abbordabile. Così i birrai inglesi capirono che il mercato chiedeva uno stile nuovo e meglio strutturato delle miscelazioni nei pub. Nel 1722 nasce la Porter, birra ale caratterizzata dall’utilizzo di malti tostati che rilasciano un sapore di caffè pulito. L’aroma di luppolo è impercettibile, intensa invece la presenza del malto che conferisce il tipico colore marrone. Grado alcolico di circa 5,4% vol.

Stout: birra ale in stile inglese, di colore molto scuro, quasi nero. Utilizza malti tostati e non maltati che conferiscono un sapore secco e amaro, ottenuto con l’elevata luppolatura. Si percepiscono chiaramente note di caffè e liquirizia, a volte cioccolato a seconda del sottostile, fino ad arrivare ad aromi di uvetta e frutta candita nelle Russian Imperial Stout, molto più alcoliche e corpose delle sorelle inglesi.

Cream Ale: birra ad alta fermentazione a cui segue un periodo di maturazione a bassa temperatura. Dal corpo leggero e dal colore paglierino, appartenente alle light ale americane. Poco maltata e poco luppolata, con un amaro leggero e un grado alcolico fino a 5,6% vol.

Kölsch: birra ad alta fermentazione, maturata a freddo per ottenere un sapore pulito. Light ale tedesca, color oro pallido, prende il suo nome dalla zona di Koln. Dal corpo leggero, è caratterizzata da un gusto secco e un aroma leggermente fruttato nel finale con amaro medio. Il tasso alcolico varia da 4,5 a 5,2% vol.

Altbier: le più diffuse sono le Dusseldorfer, birre ale tedesche ramate, limpide, decisamente amare ma poco luppolate. La fermentazione avviene a temperature più basse e ciò conferisce un sapore pulito e secco. Grado alcolico fino a 5,5% vol.

Weizen/Weisse: tipiche birre ale bavaresi in cui è d’obbligo l’utilizzo di almeno il 50% di frumento maltato che contribuisce anche alla compattezza della schiuma. Sono caratterizzate da un tipico aroma di banana e chiodo di garofano. Di colore chiaro, dal corpo leggero, altamente bevibili e poco alcoliche. Ne esistono versioni più alcoliche come la Weizenbock.

Italian Grape Ale (IGA): il primo stile di birra italiano riconosciuto a livello internazionale. Costituito per metà da mosto di malto d’orzo e per metà da mosto di uva, è il ponte di collegamento tra la birra artigianale, sempre più presente sul territorio nazionale, e la tradizionale produzione italiana di vino, radicata sul territorio da generazioni. L’acidità dovuta all’uva è bilanciata dal sapore consistente del malto e ne determina anche il colore generalmente rosso, con un amaro intenso e un tasso alcolico dal basso al medio-alto.

Concludiamo questa carrellata parlando di due grandi assenti: le trappiste e le birre di abbazia. Il motivo per cui non figurano nell’elenco precedente è che esse non identificano stili birrari, ma soltanto la provenienza della produzione, che avviene ad opera di monaci trappisti nei conventi o da birrifici su licenza di un monastero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *